Plastic challenge: sfida alle plastiche monouso 2019
Fondazione Cariplo
23 July 2019
helpdesk@fondazionecariplo.it
02 6239 1

La diffusione delle materie plastiche su scala globale ha avuto un importante effetto sul progresso tecnologico, la sicurezza alimentare e, in generale, tutti i settori produttivi. Tuttavia, nel corso degli ultimi anni la presenza delle plastiche nell’ambiente ha raggiunto livelli preoccupanti: milioni di tonnellate di rifiuti di plastica sono dispersi nell’ecosistema, causando problemi agli habitat naturali, interessando l’aria, il suolo, i fiumi, i laghi e infine gli oceani, fino a raggiungere la catena alimentare dell’uomo. Tale problematica riguarda soprattutto gli imballaggi, che da soli rappresentano circa un quarto della produzione mondiale di materiali plastici. La gestione del fine vita dei rifiuti da imballaggio in plastica ha infatti implicazioni molto rilevanti, trattandosi di un insieme di materiali eterogeneo, diversificato sia nei livelli di riciclabilità che di permanenza nell’ambiente. Il contrasto a tale impatto ambientale è pertanto considerato una priorità dalla comunità internazionale, come dimostrato anche dalla recente “Strategia per la plastica nell’economia circolare”, adottata nel 2018 dalla Commissione Europea e dalla quale è emersa una proposta di Direttiva sulla plastica monouso1 , attualmente in fase di approvazione e che i Paesi membri dell’Unione Europea saranno chiamati a rispettare nei prossimi anni. Tale proposta riguarda le tipologie di oggetti in plastica monouso che maggiormente contribuiscono al fenomeno del littering, concentrandosi in primis su riduzione del consumo, nuove misure di responsabilità estesa del produttore e nuovi obiettivi di raccolta selettiva per alcune tipologie di plastiche.

Il bando intende sostenere iniziative finalizzate alla riduzione dei rifiuti in plastica monouso, agendo sul cambiamento dei modelli di consumo e delle abitudini di acquisto da parte di cittadini, pubbliche amministrazioni e imprese, e sulla valorizzazione delle filiere di riuso, recupero e riciclo. In particolare, saranno sostenuti progetti che propongano: 

  • soluzioni efficaci e condivise finalizzate alla riduzione dei rifiuti in plastica monouso all’interno delle comunità locali, ad esempio nel settore della distribuzione, in esercizi commerciali, imprese, pubbliche amministrazioni, scuole; 
  • nuove strategie per la progettazione, il riuso, il recupero e il riciclo degli imballaggi in plastica e la loro valorizzazione nel mercato dei materiali recuperati; 
  • azioni a supporto dell’attuazione del Green Public Procurement, in sinergia con imprese private e pubbliche amministrazioni.

 

www.fondazionecariplo.it

Ferme restando le indicazioni generali sulla finanziabilità degli enti contenute nella “Guida alla presentazione dei progetti”, le richieste di contributo su questo bando potranno essere presentate, in qualità di capofila, esclusivamente da organizzazioni private senza scopo di lucro attive in campo ambientale. Tali organizzazioni potranno presentarsi singolarmente o in partenariato con enti pubblici e/o altri enti privati non profit ammissibili.