Anche le Aps beneficeranno del rimborso degli oneri assicurativi da parte della Provincia autonoma di Trento

Con delibera PAT n. 891 del 19 maggio 2022 il rimborso degli oneri assicurativi, precedentemente previsto solo a favore delle organizzazioni di volontariato (Odv), viene esteso anche alle associazioni di promozione sociale (Aps) con sede legale in provincia di Trento.

Rimborsando sulla base dei nuovi criteri i costi assicurativi alle associazioni si intende, da un lato, riconoscere e valorizzare il ruolo dei volontari concretamente in un’ottica di promozione del volontariato, e dall’altro correggere alcune criticità dei precedenti criteri, spostando maggiormente il focus sulla copertura assicurativa dei volontari in quanto soci di un’associazione.

 

Il rimborso degli oneri assicurativi per Odv e Aps

Innanzitutto i beneficiari, che non saranno più solo le Odv ma anche le Aps.

Tali enti dovranno avere sede legale in provincia di Trento, ed inoltre:

  • essere iscritti al registro unico nazionale del Terzo settore (Runts), nella sezione delle Odv o in quella delle Aps;
  • oppure essere iscritti nei registri provinciali delle Odv/Aps o nel registro nazionale delle Aps, alla data del 22 novembre 2021 (quindi ad oggi in corso di “trasmigrazione”).

Vengono inoltre rimodulati i criteri di rimborso, con l’introduzione di un tetto massimo rimborsabile per anno finanziario per singola associazione (pari ad euro 7.000), un importo massimo per socio volontario (pari ad euro 25) e una percentuale di rimborso pari all'80% della spesa ammessa.

Cambiano anche le modalità di presentazione della domanda, che avverrà esclusivamente a mezzo PEC, ed il contenuto della stessa: verranno infatti richiesti, nello specifico, il numero di soci ed il numero di soci volontari alla data di pagamento del premio.

Dal 2023 per la richiesta di rimborso sarà necessaria la firma digitale.

Vengono invece esclusi dal rimborso gli enti che abbiano in corso una convenzione con l’ente pubblico e con i suoi enti strumentali.

 

Il rimborso delle quote di adesione versate dalle sezioni locali di organizzazioni nazionali

Possono inoltre presentare domanda di contributo le sezioni locali di organizzazioni nazionali, sempre che tali sezioni abbiano sede legale in provincia di Trento e:

  • siano iscritte al Runts, nella sezione delle Odv o delle Aps;
  • oppure siano iscritte nei registri provinciali delle Odv/Aps o nel registro nazionale delle Aps, alla data del 22 novembre 2021 (quindi ad oggi in corso di “trasmigrazione”).

Anche in questo caso viene introdotto un tetto massimo rimborsabile per anno finanziario per singola associazione (pari ad euro 5.000), un importo massimo a persona (pari ad euro 25) ed una percentuale di rimborso pari all’80 % della spesa ammessa.

Cambiano, anche in questo caso, le modalità di presentazione della domanda, che avverrà esclusivamente a mezzo PEC.

 

Entrata in vigore dei nuovi criteri

I nuovi criteri sono entrati in vigore il 20 maggio 2022 e nella stessa data sono stati abrogati quelli precedenti.

 

Domande pendenti

Alle domande presentate sino alla data del 19 maggio 2022 si applicheranno invece i criteri precedenti.

 

Struttura competente

UMSE Sviluppo rete dei servizi, Ufficio provinciale del RUNTS

tel. 0461/493134, mail runts@provincia.tn.it

 

Termini di presentazione delle domande per l’anno 2022

A) Per richiesta rimborso oneri assicurativi:

ODV: dal 1° luglio al 31 luglio

APS: dal 1° settembre al 1° ottobre

 

B) Per richiesta rimborso quote di adesione:

Tutte: dal 1° luglio al 31 luglio 

 

Per ulteriori informazioni in merito è possibile prendere visione della delibera di Giunta n. 891 del 19 maggio 2022. A breve verrà aggiornata la pagina relativa agli oneri assicurativi e quote su trentinosociale.it 

Pubblicato il: 08/06/2022