5 per mille, avvisi su pagamenti e Onlus

Nei giorni scorsi il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha pubblicato due avvisi molto importanti relativi alla tematica del cinque per mille.

Per ricevere il beneficio relativo al 2022 è necessario inserire l'Iban nel registro unico nazionale del Terzo settore e che le Onlus transitate in corso d’anno mantengono l’iscrizione per il 2023.

Il Ministero segnala che, rispetto al numero complessivo di beneficiari, pari a circa 40.000 enti, oltre 16.000 risultano non aver inserito le proprie coordinate bancarie all’interno del registro unico nazionale del Terzo settore (Runts), impedendo di fatto all’amministrazione di provvedere al pagamento delle somme.

L’invito del Ministero, e la conseguente raccomandazione per gli enti che non compaiono in tali due elenchi ma che sono comunque beneficiari del 5 per mille 2022, è quindi quella di entrare il prima possibile nella piattaforma del registro unico, selezionare la pratica “Cinque per mille”, inserendo nell’apposito campo il codice Iban, firmare digitalmente la distinta e procedere all’invio.

La pratica è da fare in ogni caso, anche se l’Iban non è cambiato rispetto al passato.

 

Scopri come fare su Cantiere Terzo Settore

Pubblicato il: 24/01/2024