La Riforma del Terzo settore

La Riforma del Terzo settore rappresenta una fondamentale novità per le associazioni e gli altri enti non profit operanti nel panorama italiano.
Era da almeno 20 anni che non veniva approvata una normativa così importante nell'ambito del Terzo settore e che potenzialmente interesserà tutte le associazioni.
Il percorso della Riforma è comunque oggi tutt'altro che concluso: pur essendo entrato in vigore (il 3 agosto 2017) il Codice del Terzo settore, devono ancora essere approvati una serie di decreti ministeriali fondamentali per attuare pienamente le previsioni della Riforma.

Nelle sezioni che seguono potrete trovare gli statuti fac-simile di ODV, APS ed Ets generico (in forma associativa) al fine di permettere alle ODV, APS ed Onlus ad oggi iscritte nei registri di riferimento di adeguare lo statuto entro la scadenza del 2 agosto 2019. 

 

Si possono inoltre trovare i principali testi normativi di cui la Riforma si compone, oltre che materiali di approfondimento relativi alle singole parti essa e rimandi ad alcuni dei principali siti nazionali di informazione sul tema, in modo da poter rimanere aggiornati sugli sviluppi e sull'attuazione della Riforma passo dopo passo.

Per restare aggiornati vi consigliamo di iscrivervi alla nostra newsletter, nella quale proponiamo periodocamente le ultime novità sulla Riforma: QUI IL LINK PER L'ISCRIZIONE 
 

I nuovi statuti fac-simile

In questa fase transitoria della Riforma del Terzo settore, in cui il Registro unico nazionale del Terzo settore (RUNTS) non è ancora stato istituito, vi è comunque una scadenza fondamentale, quella del 2 agosto 2019: entro tale data, le organizzazioni di volontariato (ODV), le associazioni di promozione sociale (APS) e le Onlus, iscritte nei rispettivi registri, dovranno infatti modificare i propri statuti ed adeguarli alle nuove disposizioni del Codice del Terzo settore.

 

In questa sezione è possibile consultare e scaricare gli statuti fac-simile di ODV, APS ed ETS generico (in forma associativa) non dotati di personalità giuridica, adeguati alle previsioni del Codice del Terzo settore, del Decreto correttivo e della Circolare del Ministero del Lavoro n.20 del 27 dicembre 2018. Nei prossimi giorni verranno pubblicati anche quelli delle stesse tipologie per le associazioni riconosciute.

Gli statuti di ODV, APS ed ETS si dividono in base al fatto che il Presidente sia eletto direttamente dall'Assemblea degli associati o sia nominato all'interno del Consiglio Direttivo, di modo che l'organizzazione possa scegliere quello che preferisce.

Si consiglia di leggere preliminarmente la "Guida alla compilazione dello statuto", che si trova anch'essa fra i materiali scaricabili.

 

In questa sezione è inoltre possibile consultare e scaricare altro materiale utile nella procedura di modifica dello statuto, quali ad esempio i fac-simile di verbale del Consiglio Direttivo e di Assemblea (in seduta straordinaria) in cui si approvano le modifiche, distinti per ODV e APS.

 

I principali documenti legislativi

In questa sezione è possibile consultare i principali documenti legislativi che compongono la Riforma del Terzo settore.
Oltre alla Legge delega 106/2016, che sta alla base della Riforma, vi sono i testi dei decreti che hanno dato attuazione a tale delega e cioè: il Decreto relativo al Codice del Terzo settore, il Decreto sull'impresa sociale, il Decreto sul 5 per mille, quello sul servizio civile universale e quello relativo alla Fondazione Italia Sociale.

Siti Utili

Qui invece è possibile consultare alcuni fra i principali siti di informazione sulla Riforma presenti a livello nazionale, con cui rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità.

LA RIFORMA DEL TERZO SETTORE
  • La Riforma del Terzo settore
  • I nuovi statuti fac-simile
  • Approfondimenti sulla Riforma
  • I principali documenti legislativi
  • Siti Utili