DONNE AL CENTRO
  • Comunità, Donne
  • Il territorio in cui si inserisce l'iniziativa è quello di Canova Gardolo, area in cui l'associazione Carpe Diem opera dal 2003 con varie attività di utilità sociale rivolte principalmente a bambini, ragazzi e famiglie. La formazione recente e il carattere multiculturale del quartiere comportano un tessuto di comunità ancora debole sotto diversi punti di vista: appare evidente un forte bisogno di aggregazione e integrazione, di una rete di relazioni positive che possa sostenere le famiglie e tutti gli abitanti con particolare riguardo alle donne. Quest'ultime hanno espresso in modo implicito o esplicito, il desiderio di momenti di confronto e di socialità, di modi e di spazi d'incontro. L'obiettivo del progetto è promuovere la socializzazione e l'integrazione delle donne creando, nello specifico, uno spazio aperto di confronto e incontro che possa essere un'occasione di conoscenza reciproca. Tramite attività di tipo laboratoriale ci si propone di favorire la relazione e di rafforzare delle competenze spendibili anche per la comunità.
    Una volta a settimana è stato, pertanto, messo a disposizione delle donne interessate uno spazio dove sono stati organizzati laboratori. I laboratori sono stati proposti e gestiti dalle donne con l'aiuto delle operatrici e hanno affrontato diverse tematiche: il riciclo, l'uso di prodotti biologici e altre buone pratiche del quotidiano. Attraverso queste attività si è voluto: facilitare la relazione e la collaborazione tra le partecipanti, valorizzare le competenze delle partecipanti e promuovere la condivisione informale di saperi.
    All'interno di questa sala è previsto anche uno spazio adatto ai bambini con un servizio di babysitting e una bacheca dove si possono lasciare volantini che possano interessare e che possa servire a scambiare oggetti e possibilità lavorative. I laboratori sono stati tenuti dalle donne stesse del gruppo, con l'aiuto delle operatrici, in modo da facilitare uno scambio orizzontale di competenze.
    COLLABORAZIONI. L'APS Carpe Diem da sempre lavora in stretta collaborazione con il Polo Sociale di Gardolo e Meano. Questa sinergia si manifesta anche per quanto riguarda il progetto Donne al Centro, che viene sostenuto e promosso dal Polo nei contesti istituzionali, nei Tavoli di lavoro sociale territoriali centrati sulle famiglie e sull'integrazione. Da un paio di anni inoltre l'associazione collabora con l'A.M.A., il Punto Famiglie e dal 2013 (momento della sua nascita) con il Gruppo di Promozione della Salute di Canova, gruppo di Auto Mutuo Aiuto che affronta temi legati alla salute e agli stili di vita, promuovendo benessere personale e di comunità. Nel contesto del progetto la collaborazione fattiva si realizza attraverso un continuo confronto sulle criticità portate dalle donne del territorio, e la conseguente proposta comune di incontri tematici con degli esperti. Sono inoltre messe in rete le attività e le proposte, sia nel contesto del gruppo sia in quello più allargato della rete dei gruppi A.M.A. e degli spazi del Punto Famiglie.
    Oltre al coinvolgimento dei partner il progetto prevede una fitta rete di collaborazioni con enti e realtà del territorio: parrocchia, Caritas, Centro Anziani, CAPIAMOCI – Corso di Italiano della Circoscrizione di Gardolo e Meano, associazione Onda Salus. Attraverso la creazione di nuovi legami sociali significativi, le donne che frequentano lo spazio hanno avuto la possibilità di avvicinarsi alle altre realtà associative del quartiere mettendo in pratica alcuni buone prassi di collaborazione fattiva.
    FINANZIAMENTO. Il progetto nell'anno 2015 ha visto l'impiego di 2500 € sostenuto in parte dal CSV e in parte dall'associazione attraverso l'autofinanziamento.
     

  • I beneficiari diretti sono le donne del quartiere. Indirettamente il progetto porta benefici all'intera comunità.
  • CARPE DIEM (Associazione di promozione sociale)
  • Polo sociale di Gardolo e Meano (Ente pubblico), AMA (Organizzazione di volontariato), ANOLF (Associazione Nazionale Oltre le Frontiere), Punto Famiglie
  • Il progetto si svolge sul territorio di Canova e Gardolo.
  • Sono state monitorate le presenze durante l'apertura dello spazio, per osservare la frequenza, la continuità della partecipazione al progetto.
    Inoltre, è stata valuata la capacità del progetto di coinvolgere un target più eterogeno possibile, osservando l'età e la provenienza delle partecipanti.
    Alle partecipanti veràà somministrato trimestralmente un questionario di gradimento.

  • Il numero di presenze al centro ha visto in media la partecipazione di 15 donne e 5 bambini ad incontro. Va evidenziata la presenza di un gruppo di donne che ha seguito con regolarità le proposte: sono infatti 6 le persone che risultano presenti a più della metà degli incontri. Il target d'utenza che il progetto va a coinvolgere risulta eterogeneo per fascia d'età e stato di provenienza (68% donne italiane, 32% donne di altre Paesi).
    La forza del progetto non si esaurisce con la sua conclusione. Gli spazi continueranno a rimanere aperti settimanalmente, con il sostegno del volontariato e di risorse interne dell'associazione Carpe Diem.
     

  • Sostegno di una rete di vicinanza e mutualità sul territorio, scambio orizzontale di saperi e competenze, conoscenza reciproca attraverso il fare.

  • La natura informale del progetto e degli appuntamenti non permette delle progettazioni a lungo termine, pertanto talvolta gli incontri e vengono caratterizzati dall'estemporaneità.

  • Francesca Braito braito.fra@hotmail.it
BUONE PRASSI

In questa sezione potrete trovare esempi di progetti, realizzati da associazioni, cooperative e altri enti su tutto il territorio nazionale, che si configurano come Buone Prassi.
Ma cosa significa Buone prassi? In genere le esperienze più significative, o comunque quelle che hanno permesso di ottenere migliori risultati. 
Le buone pratiche sono utili da condividere e divulgare poichè possono alimentarne di nuove in contesti diversi da quello originario, rappresentano un riferimento efficace per trarre spunti, informazioni e soluzioni utili ad innestare sviluppi innovativi o implementazioni alle proprie iniziative.